Migliori Carte Prepagate Gratis (2021)

I tempi in cui l’emissione di una carta o l’apertura di un conto richiedevano lunghe file in banca sono ormai finiti. Ma quando si parla di soldi bisogna sempre essere cauti, soprattutto quando il mercato offre tantissime opzioni diverse.

Non abbiate paura…con la nostra guida non solo imparerete a districarvi tra le varie opzioni ma scoprirete anche quali sono le migliori carte prepagate gratis in assoluto.

Cosa sono le carte prepagate gratis?

Sicuramente avrete sentito il termine “portafoglio elettronico” e questo si riferisce proprio alle carte prepagate: funzionano come un portafoglio in cui virtualmente riporre i propri soldi per utilizzarli in un secondo momento. Non sono quindi collegate ad un conto corrente ma sono una specie di “deposito”.

Le carte prepagate gratis sono collegate ad un circuito di pagamento che può essere Visa o Mastercard: questo è sicuramente un vantaggio poiché significa che la vostra carta sarà accettata in tutto il mondo da qualsiasi esercizio commerciale e potrete prelevare contanti in qualsiasi ATM del mondo.

Nonostante siano di aspetto in tutto per tutto identico alle carte di credito, vi sono alcune importanti differenze con queste ultime.

Andiamo insieme a vedere i vantaggi e gli svantaggi delle carte prepagate gratuite rispetto alle carte di credito tradizionali.

Vantaggi di una carta prepagata

  • le carte di credito hanno solitamente un plafond, cioè un tetto massimo di spesa per gli acquisti. Molte prepagate non hanno limiti mensili di spesa.
  • I canoni annuali delle carte di credito sono alti, mentre i costi di una carta prepagata sono molto contenuti se non addirittura zero.
  • Per ottenere un conto corrente ed una carta di credito bisogna provare la propria affidabilità creditizia (cioè dimostrare alla banca che siete in grado di pagare) mentre una carta prepagata può essere aperta da chiunque.
  • Le carte prepagate sono più sicure in caso di truffe o clonazioni dal momento che non hanno un conto da cui attingere.

Svantaggi di una carta prepagata

  • le carte di credito sono collegate ad un conto, quindi è possibile effettuare acquisti anche se non si possiede quella somma sul conto. Con le carte prepagate bisogna che il saldo sulla carta sia sufficiente.
  • gli addebiti sulla carta di credito non sono immediati ma la cifra impiega di solito 30 giorni per essere scalata. Gli addebiti sulla carta prepagata sono istantanei.
  • in caso di operazione fraudolenta, la carta di credito prevede una franchigia di 150 euro mentre la carta prepagata no.
  • Le carte di credito possono essere usate come garanzia (ad esempio per noleggiare una macchina), quelle prepagate invece no.
  • L’assistenza clienti di una carta prepagata è solitamente più limitata rispetto a quella di una carta di credito tradizionale.

 

Con o senza IBAN?

La prima scelta da fare se volete attivare una nuova carta è decidere se la desiderate con o senza l’IBAN.

L’IBAN è quel lungo codice alfanumerico (per i conti italiani inizia con le lettere IT) che permette di effettuare transazioni tra conti correnti diversi.

Vediamo nel dettaglio le differenze tra le due tipologie di carte:

Carta prepagata senza IBAN

Le carte prepagate senza IBAN hanno anche loro un codice di identificazione, ma non di tipo IBAN. Vengono preferite da chi deve effettuare transazioni più “rischiose”, ad esempio acquisti online su siti di cui non si è certi della loro affidabilità.

Questo perché non sono collegate a nessun conto corrente e a nessun fondo (come avviene invece per la carta Bancomat o per la Carta di Credito), ma possono essere ricaricate a piacimento di qualsiasi importo. Le operazioni saranno effettuate solamente con il saldo presente sulla carta stessa, senza attingere da altri conti.

Risultano molto utili anche per i genitori con figli adolescenti, per poter dare loro la paghetta, controllare le loro spese e soprattutto abituarli alla gestione del denaro.

Il limiti di queste carte però non mancano: spesso hanno canoni mensili o annuali per poterle utilizzare e, vista la mancanza dell’IBAN, non è possibile né effettuare né ricevere bonifici (quindi non si può accreditare lo stipendio o la pensione).

Carta prepagata con IBAN

Le carte prepagate con IBAN vengono chiamate anche Carte Conto perché, avendo il codice IBAN, offrono gli stessi servizi di un conto corrente tradizionale.

Questo tipo di carta prepagata è sicura sia per gli acquisti online, sia per effettuare altre operazioni quotidiane come pagare le bollette, farsi accreditare lo stipendio o ricevere ed effettuare bonifici in tempo reale.

Le operazioni che si possono effettuare sono quindi analoghe a quelle di un conto tradizionale ma con alcuni vantaggi: i costi di gestione sono molto più contenuti (se non addirittura completamente gratuiti nel caso di alcune carte), chiunque può richiederne una (anche chi è disoccupato o non può dimostrare il suo reddito), sono molto più sicure di un conto corrente in caso di truffe o clonazione della carta (al massimo potranno rubarvi l’importo ricaricato residuo).

La possibilità di effettuare e ricevere bonifici sia in modo istantaneo (pagando un sovrapprezzo) sia standard (di solito 1-2 giorni) le rende molto più versatili di quelle senza IBAN ed adatte praticamente a chiunque.

I Costi

Richiedere una carta prepagata è un’operazione semplice e veloce che, nel caso della maggior parte delle carte prepagate più moderne, può essere effettuata a casa dal proprio smartphone senza dover andare in banca.

Solitamente la procedura vi chiederà di indicare i vostri dati e fare una foto del vostro documento d’identità (per alcune carte prepagate è richiesta la Carta d’Identità Elettronica o il Passaporto, per altre basta la Carta D’identità cartacea o la patente), indicare il vostro Codice Fiscale, e scattare una foto o un video per verificare la vostra identità.

Altre carte richiedono una videochiamata con un’operatore ma si tratta comunque di una procedura lunga circa cinque minuti…un bel cambiamento rispetto alle file in banca!

Richiedere una carta prepagata è nella maggior parte dei casi gratuito, così come il piano “base” per la gestione della carta (cioè non ci saranno costi né mensili né annuali ma le operazioni effettuabili saranno limitate).

Oltre al piano base molte carte prepagate prevedono la possibilità di fare un upgrade (facoltativo) ad altri piani, con dei costi fissi, che garantiscono però molte più funzioni.

Vediamo uno schema dei costi a cui prestare attenzione quando si sceglie una nuova carta prepagata:

  • costi di emissione: come abbiamo detto, nella maggior parte dei casi è gratuito.
  • costo della carta fisica: alcune carte vi invieranno per posta la carta fisica gratuitamente, altre richiedono di ricaricare la carta di un importo minimo, altre ancora invece costano qualche euro (di solito 10/15).*
  • canone annuo: solitamente gratis per i piani base, i piani più avanzati hanno un canone annuo variabile da carta a carta.
  • ricariche: a seconda del metodo di ricarica i costi possono essere zero (sin genere per la ricarica con bonifico standard) oppure variabili a seconda della modalità.
  • prelievo: verificate i costi dei prelievi dagli sportelli (di solito gratuiti agli ATM delle banche emittenti ma con dei costi per prelievi da altre banche).

*Anche senza la carta fisica, il vostro conto sarà lo stesso utilizzabile.

Potrete inviare e ricevere bonifici direttamente dall’App, acquistare online e pagare anche Contactless con lo smartphone collegando la carta a servizi come Google Pay o Apple Pay.

I limiti

Ogni carta prepagata gratuita ha i suoi limiti…non in senso generale ma parliamo dei limiti di spesa/ricarica/prelievo:

  • il plafond: cioè il totale massimo dei soldi che può esserci sulla carta.
  • importo massimo di ricarica giornaliera: di quanti soldi si può ricaricare (al massimo) la carta ogni giorno.
  • prelievo contanti giornaliero: cioè la cifra massima che si può prelevare al giorno dagli sportelli.
  • limite di spesa: il massimo che potete spendere al giorno.

Questi numeri variano da carta a carta, verificateli in anticipo per non avere sorprese e per poter scegliere quella più adatta a voi.

Trading e criptovalute

Alcune carte prepagate gratuite vengono controllate tramite app molto innovative: alcune di queste permettono infatti anche di investire in frazioni di quote azionarie (possedute dalla banca emittente) oppure in criptovalute.

Negli ultimi anni le criptovalute hanno assunto una funzione sempre più rilevante e per questo alcune carte prepagate permettono di acquistare, vendere o usare le criptovalute direttamente dalla loro app, con conversione istantanea tra valute cripto e Fiat (cioè le valute legali).

Allo stesso modo, sempre in maniera semplice ed immediata, è possibile fare trading cioè investimenti azionari.

Questo significa che l’utente potrà fare investimenti in frazioni di titoli azionari e creare il suo portafoglio di investimenti senza passare attraverso un broker.

Queste due funzioni sono un’aggiunta recente nel mondo delle carte prepagate gratis che cercano di essere sempre più avanzate e all’avanguardia: poter effettuare queste operazioni in modo semplice ed immediato può essere per alcuni un grande ed utile vantaggio, mentre potrebbe rappresentare un’inutile distrazione o complicazione per altri.

Per questa ragione, nella classifica delle migliori carte prepagate gratuite ho deciso di suddividerle in due gruppi, quelle con possibilità di trading e quelle senza, per decretare poi la vincitrice di entrambe le categorie.

Andiamo quindi a vedere le schede recensione delle sette migliori carte prepagate gratis.

Yap – la migliore per i ragazzi

Canone: gratis

Limite di spesa: illimitato

Limite di prelievo: 250 € / giorno

Plafond: 1500 €

Pro:

  • Disponibile dai 12 anni in su
  • sicura sia in Italia che all’estero
  • si attiva e ricarica dal telefono
  • si ricarica con varie modalità (bonifico, SisalPay, contanti)

Contro:

  • 9,95 € per la carta fisica (opzionale)
  • 1 € per il prelievo in Europa

A chi la consiglio: YAP è una carta prepagata dallo spirito giovane, pensata per quei genitori che vogliono iniziare a responsabilizzare i figli sul denaro o vogliono inviare delle ricariche per aiutare i figli all’estero in maniera istantanea.

Perfetta per i giovani che vogliono sostituire l’uso del contante con un’alternativa più pratica e vogliono farlo a costo zero.

Soldo – la migliore per le aziende

Canone: gratis

Limite di spesa: 20.000 € / giorno

Limite di prelievo: 1500 € / giorno

Plafond: 10.000 €

Pro:

  • fino a 5 carte a costo zero
  • budget e regole di spesa per ciascuna carta
  • dall’app si possono controllare le transazioni ma anche caricare gli scontrini e aggiungere voci di spesa.
  • trasferimenti istantanei e gratuiti

Contro:

  • 5 € per la carta fisica (opzionale) + carta aggiuntiva
  • 1 € per i prelievi allo sportello

A chi la consiglio: questa carta prepagata è perfetta le aziende che vogliono rendere autonomi i loro collaboratori nei pagamenti, assegnandogli una carta ciascuno.

Tutte le carte sono legate alla stessa interfaccia per poterle controllare in tempo reale.

L’interfaccia è molto intuitiva ed avanzata e permette sicuramente di risparmiare tempo senza doversi preoccupare di fornire anticipi o carte di credito ai propri dipendenti.

N26 – la più versatile

Canone: gratis

Limite di spesa: 5000 € / giorno

Limite di prelievo: 2500 € / giorno

Plafond: illimitato

Pro:

  • banca tedesca ma con IBAN italiano
  • organizza le spese mensili
  • diversi “spaces”, cioè portafogli separati dal conto principale per i risparmi
  • si possono prelevare e depositare contanti in più di 1000 supermercati
  • prelievi a costo zero

Contro:

  • la versione base (gratuita) ha funzioni limitate rispetto agli altri piani disponibili

A chi la consiglio: la carta prepagata N26 ha sicuramente fatto della versatilità il suo punto forte.

E’ infatti adatta a giovani, famiglie, lavoratori, imprenditori, e chi più ne ha più ne metta.

Interessante la funzione “spaces” in cui i vari spazi possono anche essere condivisi con altre persone o famigliari per partecipare tutti insieme all’obiettivo di risparmio.

Hype – la carta conto più richiesta

Canone: gratis

Limite di spesa: 2500 € / giorno

Limite di prelievo: 250 € / giorno

Plafond: 2500 €

Pro:

  • carta fisica gratuita spedita direttamente a casa
  • ricariche a costo zero tramite bonifico
  • prelievi agli sportelli gratuiti
  • intestabile anche a minorenni
  • programma Cashback senza SPID

Contro:

  • limite di ricarica annuo di 2500 € che può essere aggirato aderendo al programma Next per solo 1 € al mese

A chi la consiglio: carta prepagata gratuita che si distingue non solo per la semplicità di utilizzo ma anche per i servizi eccellenti che offre.

E’ adatta assolutamente a tutti (ragazzi, professionisti, viaggiatori, ecc.) e permette di gestire i propri soldi in semplicità con un’app molto intuitiva.

Passiamo ora alle carte prepagate con possibilità di investimento.

Revolut – la migliore per i viaggi 150 valute

Canone: gratis

Limite di spesa: illimitato

Limite di prelievo 200 € / giorno

Plafond: illimitato

Pro:

  • prelievi gratuiti sia in Italia che all’estero
  • pagamenti in 150 valute
  • sconti giornalieri e Cashback
  • salvadanai personali per raggiungere i propri obiettivi
  • analisi della spesa per gestire meglio i propri soldi
  • possibilità di investire in oro e Criptovalute direttamente dall’app

Contro:

  • l’accesso alle Criptovalute è disponibile solo con i piani Premium e Metal, non con quello Standard

A chi la consiglio: carta prepagata decisamente consigliata a coloro che vogliono di più da una carta prepagata che un mero strumento per acquisti online e soprattutto a coloro che amano viaggiare.

La conversione istantanea in ben 150 valute e i prelievi gratuiti all’estero fanno di questa carta prepagata un’ottima e affidabile compagna di viaggio.

La possibilità di investimenti in app la rende perfetta per entrare nel mondo della finanza e iniziare ad investire piccole somme.

Vivid Money -la migliore per gli investimenti

Canone: gratis

Limite di spesa: illimitato

Limite di prelievo: gratuiti fino a 200 € / mese

Plafond: illimitato

Pro:

  • possibilità di creare varie “pocket”, cioè dei sottoconti con IBAN tendeschi individuali (fino a 15)
  • funzione “Abbonamenti” per controllare e gestire tutti i nostri abbonamenti (Netflix, Amazon, gestore telefonico, ecc.)
  • Cashback quando si acquista da moltissimi partner (Conad, Esselunga, Netflix, Just Eat, Amazon, Zalando, Ikea, Puma, Adidas, Coop, Lidl, e molti altri)
  • cambio in 40 valute
  • carta in metallo a costo zero inviata direttamente a casa
  • possibilità di investimenti in Criptovalute o in azioni frazionate di titoli europei ed americani a partire da 0,01 €

Contro:

  • è prevista una sola modalità di ricarica cioè il bonifico

A chi la consiglio: questa carta prepagata gratuita la consiglio a chi vuole ottenere praticamente tutte le funzioni di un conto corrente ma senza i costi e la burocrazia che comporta aprirne uno.

La possibilità di investimenti la rende perfetta per approcciarsi al mondo della finanza e le Super Offerte con Cashback la rendono ideale per risparmiare quando si acquista.

Oval Pay – la migliore per i prelievi

Canone: gratis

Limite di spesa: 20.000 € / giorno

Limite di prelievo: 250 € / giorno

Plafond: 50.000 €

Pro:

  • prelievi gratuiti dalla banca esercente
  • ricarica sia con bonifico che ai punti abilitati Banca 5
  • si possono creare molteplici “Goal” di risparmio personalizzabili
  • bonifici standard gratuiti e istantanei a solo 1 €
  • si possono collegare alla carta altri conti e carte per gestire tutti i pagamenti
  • possibilità di impostare Regole Smart*
  • possibilità di investimenti in app a partire da 10 €

Contro:

  • il cambio valuta prevede delle commissioni non indifferenti

A chi la consiglio: Oval è sicuramente una carta prepagata con funzioni innovative e Smart che permettono di creare un piccolo capitale accumulando pochi centesimi alla volta, praticamente senza accorgersene.

Ottima anche la funzione di poter fare investimenti (non in titoli ma in prodotti a basso, medio o alto rischio). Meno adatta a chi viaggia in quanto la conversione di valuta non è sempre gratuita.

*Le regole Smart sono delle regole decise l’utente per aiutarlo a risparmiare.

Ad esempio, si può decidere di arrotondare le spese (per cui ogni volta che spendiamo, ad esempio, 19,80 euro la banca addebiterà 20 euro e metterà quei 20 centesimi extra nel fondo di risparmio).

Altro esempio è quello di Facebook per cui, se vogliamo, si può impostare che la carta metta su uno dei “Goal di risparmio” una cifra scelta da noi ogni volta che aggiorniamo il nostro stato di Facebook.

Il verdetto

Come anticipato le carte prepagate gratis vincitrici saranno due, entrambe ottime ma pensate per esigenze diverse.

Per quanto riguarda le carte classiche la migliore è senza dubbio la carta prepagata Hype: gratuita, adatta a tutti, semplicissima da richiedere e da usare, senza costi nascosti e con un’app molto intuitiva adatta sia ai giovani che ai meno giovani.

Non per niente questa carta prepagata gratuita è super popolare e sta avendo un grandissimo successo in Italia, con opinioni solo positive.

La banca che la rilascia è Banca Sella quindi italianissima e sinonimo di affidabilità.

Se cercate invece una carta prepagata con cui poter imparare qualcosa di trading e iniziare a fare degli investimenti, la carta Vivid Money rappresenta quasi una vera e propria rivoluzione nel campo.

Si può investire nei maggiori titoli azionari (parliamo di Tesla, Amazon, Apple e tutti i più grandi) o nelle più famose Criptovalute (Bitcoin, Dogecoin, Ethereum, ecc.) con pochissimi clic e a partire da solo 1 centesimo di Euro, quindi alla portata di tutti.

Perfetta anche per l’estero grazie alla conversione in tantissime valute.

Ottimo il programma Super Offerte che può far arrivare il vostro Cashback totale fino al 25% grazie ai numerosi partner.