Migliori Carte Prepagate con Iban: Guida All’Acquisto

Tra gli innumerevoli tipi di carte che ogni istituto bancario propone ai propri clienti, ce n’è una che merita particolare attenzione. Si tratta delle carte prepagate con Iban, che uniscono i vantaggi di un conto corrente e di una carta prepagata in un unico prodotto perfetto per tutte le esigenze.

Non perdiamo altro tempo, quindi, e andiamo ad analizzare le migliori carte prepagate con Iban sul mercato!

Carta di credito con Iban: caratteristiche e vantaggi

Agli utenti più tradizionalisti potrà sembrare strana questa unione tra carta e Iban senza la presenza di un vero e proprio conto corrente. Le carte di credito di questo tipo, infatti, sono un prodotto relativamente recente, che in poco tempo hanno conquistato una fetta molto ampia di mercato, ripagando la fiducia dei moltissimi consumatori che ne hanno scelta una.

Trattandosi anzitutto di una carta prepagata, la caratteristica principale di un prodotto del genere è la possibilità di ricaricarla ed utilizzarne il saldo, senza ovviamente la possibilità di andare in rosso, cioè senza il timore di spendere più di quello che ci si può permettere.

Al giorno d’oggi, con uno sviluppo vertiginoso degli acquisti online, il vantaggio principale di una carta di questo genere è certamente quello di poter fare acquisti sui siti dei vostri negozi preferiti senza problemi, rapidamente e soprattutto in sicurezza, sfruttando circuiti internazionali come Mastercard o Visa.

Carta con Iban e conto: uno strumento flessibile

Accanto all’uso online, la carta può essere usata nei negozi fisici per evitare di portare con sé elevate cifre di denaro in contanti. Tale soluzione, inoltre, è l’ideale per occasioni quali gite fuori porta, viaggi di lavoro e vacanze, in Italia e all’estero.

L’altro vantaggio evidente, trattandosi di una carta con Iban, è la possibilità di disporre e ricevere bonifici senza avere, tuttavia, un vero e proprio conto corrente (evitando la burocrazia e le spese di un conto tradizionale). Potrai così farti addebitare le bollette o la rata dell’auto e farti accreditare lo stipendio o la pensione, pur non avendo un conto classico.

Queste funzioni, poi, si sommano alla semplicità e alla flessibilità intrinseche del prodotto: per ottenere una carta prepagata con Iban non avrai bisogno di dimostrare il tuo reddito annuo, non verrai sottoposto a controlli finanziari e nella maggior parte dei casi non avrai canoni fissi né spese di gestione, diversamente dai conti correnti tradizionali.

Insomma, pagamenti online, spese offline, bonifici e addebiti: un flessibile strumento ibrido, quattro in uno, davvero comodo.

Carta prepagata con Iban: svantaggi da considerare

Come ogni cosa, persino la migliore al mondo, anche le carte prepagate con Iban presentano degli svantaggi, poiché non sono pensate per particolari tipologie di utenti o per esigenze peculiari. Sarà banale dirlo, ma conosco direttamente varie persone che hanno sottoscritto subito una carta con Iban, salvo poi comprendere che le loro esigenze mal si sposavano con le funzionalità del prodotto.

Carte prepagate e plafond

Se movimentate grosse somme di denaro, le carte prepagate con Iban non fanno al caso vostro: il plafond di questi prodotti di solito non è elevatissimo, proprio perché sono pensate per essere flessibili più che “capienti”.

Se avete già una carta prepagata e un conto corrente tradizionale, magari collegati grazie al circuito della medesima banca, potete fare a meno di una carta di credito con Iban; sarebbe infatti un doppione, in quanto coniuga i due prodotti che già avete.

Vediamo invece i tipi di utenti che non possono assolutamente fare a meno di una prepagata con Iban e le loro esigenze ideali .

Carta di credito e Iban: a chi si rivolge

Adolescenti e ragazzi

Facendo della semplicità di utilizzo e delle spese contenute (in alcuni casi addirittura gratis) i loro punti di forza, questo tipo di carte sono l’ideale in primis per i ragazzi.

Sono infatti un ottimo modo per iniziare ad accrescere la loro indipendenza, iniziando al tempo stesso a conoscere la gestione del denaro. Perfette anche per gli acquisti online, molto diffusi tra i giovani, nonché per le commissioni, spesso pari a zero.

I ragazzi infatti, non avendo entrate fisse, non possono certo sobbarcarsi canoni mensili né commissioni troppo elevate, quindi possono benissimo optare per un prodotto di questa tipologia, che garantisce loro anche i benefici di avere un Iban personale per ricevere bonifici ad esempio dai parenti.

Pensionati e viaggiatori

Le carta prepagate con Iban sono utili anche per i pensionati: anche per loro ridurre le spese è d’obbligo, ma non possono certo rinunciare ai benefici di un Iban, ad esempio per l’accredito della pensione o per effettuare bonifici ai nipoti.

Una carta prepagata del genere è perfetta per chi viaggia molto, essendo utilizzabile anche all’estero, al posto del contante, e tuttavia mantenendo i vantaggi di un conto classico (che però costerebbe di più per un uso fuori dall’Italia).

Adulti e freelance

Infine, può essere una valida soluzione anche per gli adulti che hanno già un conto tradizionale (personale o lavorativo), ma vogliono disporre di un altro strumento simile, per non fare confusione tra i vari movimenti.

Ad esempio, i professionisti freelance che intendono tenere separati lavoro e spese personali, senza spendere una fortuna aprendo due diversi conti correnti, con le relative spese fisse e le commissioni che questi comportano.

Le motivazioni possono essere molteplici e le più diverse, ma una carta prepagata con Iban fa comodo comunque.

Vediamo ora i diversi prodotti sul mercato, confrontando pro e contro e optando per la carta complessivamente a nostro avviso migliore.

Le migliori carte prepagate con Iban

Hype

Pro:
  • Tre versioni, molta flessibilità
  • Costi contenuti
  • Sicurezza del circuito Mastercard
  • Apprezzata da moltissimi utenti
Contro:
  • Limiti stringenti nella versione Start

La prima carta di credito che analizziamo è Hype, emessa e gestita da Banca Sella.

Hype presenta molti vantaggi, primo dei quali la grande flessibilità: è infatti disponibile in tre versioni, Start, Next e Premium; ognuna è concepita per esigenze diverse, pur mantenendo alcune funzionalità basiche in tutte e tre le proposte.

Hype è una carta con Iban che aderisce al circuito Mastercard, sinonimo di garanzia e sicurezza anche all’estero e per gli acquisti online.

Hype Start è totalmente gratuita: no spese una tantum né canoni mensili o annuali. È una versione basica, quindi gratis e adatta ad esigenze classiche, come pagamenti online, ricariche e bonifici in entrata e in uscita. Ha però limiti di utilizzo abbastanza stringenti, con un prelievo massimo mensile di 1000 euro e un limite di ricarica annuale fissato a soli 2500€.

Le versioni Next e Premium, pur prevedendo canoni mensili (rispettivamente 2,90 e 9,90) offrono più funzionalità e limiti più elevati (in alcuni casi non ci sono neppure). Sono adatte per esigenze superiori alla media, sia in termini di numeri di operazioni sia come quantitativo di denaro spostato.

Hype, quindi, è un’ottima scelta per quanto riguarda le carte prepagate con Iban: le sue tre versioni, Start, Next e Premium, consentono una selezione ad hoc, a seconda delle tue necessità.

Postepay Evolution

Pro:
  • Limite di spesa e limite di prelievo elevati
  • Grande presenza fisica sul territorio
Contro:
  • Costi decisamente elevati

Postepay Evolution è la carta prepagata proposta da Poste Italiane.

Il suo principale vantaggio, proprio in virtù dell’istituto che la emette, è la facilità di sottoscrizione e di ricarica, possibile in qualunque delle migliaia di uffici postali di tutta Italia.

A differenza della Postepay Standard, quella Evolution ha un codice Iban, motivo per cui può inviare e ricevere bonifici, oltre a sfruttare il circuito Mastercard per tutte le operazioni base di una carta prepagata, come i pagamenti online, le ricariche e i prelievi.

Il suo limite di prelievo e di pagamento è piuttosto ampio, così come sono numerose le funzionalità accessorie; tuttavia, è una carta piuttosto costosa (12€ di canone annuo, ma diverse commissioni sulle varie operazioni bancarie), e questo rappresenta il suo grande limite.

Yap

Pro:
  • Sicurezza del circuito Mastercard
  • Limite di prelievo nella media
Contro:
  • Prelievi a pagamento
  • Non puoi effettuare bonifici ma solo riceverli

Yap è una carta prepagata emessa da Nexi e facente parte del circuito Mastercard.

Nonostante la presenza di un codice Iban, il grande limite di Yap è l’impossibilità di emettere bonifici: sì, hai capito bene, potrai solo riceverli ma non disporli.

Il costo di emissione della carta è di 9,95€, non indifferente, ma offre la ricarica gratis. Il limite di spesa è nella media, ma un altro aspetto da considerare è il fatto che i prelievi, normalmente, sono a pagamento.

Revolut

Pro:
  • Tre versioni per diverse necessità
  • Sicurezza Mastercard
Contro:
  • Costi fissi non indifferenti
  • Commissioni elevate sui prelievi, anche nazionali

Revolut è una carta leggermente diversa dalle altre, perché è collegata ad un conto corrente inglese senza essere una vera e propria carta conto. Aderisce agli standard Mastercard e ha le stesse funzionalità di una carta di credito con Iban.

Revolut offre tre diverse versioni: Standard, Premium e Metal, adatte per esigenze diverse. L’unico costo fisso per la versione Standard è la quota di emissione, di 5 sterline, mentre Premium e Metal hanno canoni più costosi a fronte di benefit maggiori.

Il vero svantaggio, però, è rappresentato dai costi elevati per le operazioni basilari, come i prelievi, anche in Italia: si può arrivare fino a commissioni del 2%.

Soldo

Pro:
  • Carte pensate per le aziende
  • Ottime funzionalità e controllo sui possessori
Contro:
  • Non adatta ai privati
  • Pro e Premium presentano un canone fisso

Vediamo ora una soluzione che si differenzia dalle altre. Soldo è una carta che si rivolge alle aziende più che ai privati, in modo che possano fornire una prepagata Mastercard a tutti i dipendenti, tenendo sotto controllo il limite di spesa e i vari movimenti.

Soldo prevede tre versioni diverse: Start, Pro e Premium. Tutte le versioni, ovviamente, hanno le caratteristiche base. Start non prevede canoni fissi, a fronte di limiti più stringenti.

Pro e Premium sono due ottime soluzioni perché forniscono vantaggi e benefit non indifferenti al costo, rispettivamente, di 5 e 9 euro al mese – una cifra abbordabile per un’azienda che abbia bisogno di un tale servizio per i suoi dipendenti.

N26

Pro:
  • Tre versioni adatte ad esigenze diverse
  • Sicurezza e affidabilità Mastercard
  • App dedicata
  • Compatibilità con Google Pay e Apple Pay
Contro:
  • Per sottoscriverla bisogna essere maggiorenni

N26 è una carta di debito che aderisce al circuito Mastercard, collegata ad un conto corrente. Sono quindi possibili tutte le operazioni classiche di una carta (prelievi, versamenti, pagamenti online e in negozio – al posto dei contanti) unite a quelle di un conto bancario (accrediti e addebiti con Iban, bonifici in entrata e in uscita).

Il tutto in uno strumento facile da usare, flessibile ed economico (utilissima l’app dedicata, possibile l’interfaccia Google Pay e Apple Pay).

La carta N26 è disponibile in 4 versioni: Standard, Smart, You e Metal.

Quella Standard non ha un canone fisso, non applica commissioni sui pagamenti in euro (anche all’estero) e prevede tre prelievi gratis al mese, oltre a versamenti gratuiti illimitati.

La Smart, disponibile al costo mensile di 4,9 euro, garantisce prelievi illimitati, sconti dedicati e agevolazioni in aggiunta alle funzioni della carta Standard.

You e Metal, rispettivamente con un canone mensile di 9,9 e 16,9 euro, sono le due soluzioni top di gamma, con agevolazioni per le transazioni in valuta estera, copertura assicurativa e un servizio clienti dedicato (nel caso di Metal).

Insomma i vantaggi sono vari, basta scegliere l’opzione che più si addice alle tue esigenze.

Le migliori carte prepagate con Iban: considerazioni finali

In conclusione, tra tutte le carte prepagate con Iban presenti sul mercato, ci sentiamo di consigliare N26. La carta N26 racchiude in sé tutte le caratteristiche da ricercare in una carta prepagata: pagamenti, versamenti, prelievi e iban, tutto in un unico, utilissimo strumento.

Ottimi anche i servizi accessori come l’app dedicata e la compatibilità con l’interfaccia Google Pay e Apple Pay, nonché la sicurezza Mastercard.

Ora devi solo capire quale versione di N26 si addica meglio ai tuoi bisogni e richiederla, sarà semplicissimo!